lunedì 22 febbraio 2010

Una grande novità in arrivo ...

Reazioni: 
Una grande novità.
"Una goccia...di gioia" la MotoGp non basta!
Amici.
Non posso certo dire che questo 2010 sia incominciato in modo calmo.... sia nella vita privata, tra gioie e delusioni, tra persone che vanno e persone che restano, ogni giorno potrei raccontarvi qualcosa. Ma tutto questo mi rende felice, perchè io amo la vita adrenalinica, non amo fermarmi, e non amo perdere tempo su ciò che ormai è già stato. L'imprevedibilità di un semplice Sms, questo Sabato, ad esempio, mi ha fatto passare una serata meravigliosa, che non attendevo, che non volevo e che non cercavo. Sono sempre più convinto che la casualità non esista, sono sempre più convinto che le nostre scelte e sempre e solo loro, condizionano a breve o lungo termine il nostro futuro. Fatto di sacrifici, gioie, dolori, c'è chi osa, c'è chi si accontenta, c'è chi trascina e c'è chi vuole essere trascinato. E tutta questa varietà non può che essere straordinaria. Vi è proprio l'esaltazione del diverso, e ci si accorge come spesso, il giusto o lo sbagliato, sia semplicemente soggettivo. Tra pochi giorni potrò ufficilizzarvi un'altra grande splendida notizia. Ma non sarà l'unica nei prossimi mesi...
A presto
Giovanni

lunedì 15 febbraio 2010

Sogno e Impresa. La Fb Corse è arrivata!

Reazioni: 

“Sogno e impresa. La FB Corse è arrivata"

Cari amici, finalmente l’avventura è ufficialmente incominciata. Giovedì scorso è stata presentata la nuova scuderia FB Corse, che gareggerà nell’imminente campionato 2010 di MotoGp. Sogno. Questa è la parola più ricorrente di tutto il progetto. Che di sicuro, ha poco, di ovvio, nulla, di certo non si sa. Nulla è dato al caso, questo è scontato, ma tutto ruota intorno ad una sola parola: sogno. Sogno dei titolari dell’azienda, sogno dei progettisti, e sogno di tutti quelli che ci lavorano, e nel mio piccolo, ci aggiungo anche il mio, di sogno. Già, perché vedere il logo dell’iniziativa “Una goccia di gioia”, su una motoGp, non è cosa da tutti i giorni.


Essere riusciti a esportare un messaggio umanitario così importante, nato dal mio ultimo romanzo, in campo internazionale, non capita tutti i giorni. Questo significa forse che il progetto è sano e forte? Significa che ho avuto tanta fortuna? Significa che… Volete sapere la verità? Spero che sia l’insieme di tutto. Certo, tutto questo, non è un grande traguardo, ma è solo il punto di partenza di un anno di grandi sforzi. Ma è un sogno, ed io amo sognare. Ci sono persone che vivono la realtà dei giorni, senza credere che si possa sognare, facendo scelte dettate dalla convenienza, dalla semplicità e che non rischierebbero nemmeno un capello per tentare di realizzare qualcosa. Rispettabilissime s’intende, ma ci sono persone che amano sognare, e qualche volta, uno di questi sogni, riescono anche a realizzarlo.

Intendiamoci, il team FB Corse, è frutto di una mente “pazza”, che negli anni della recessione economica, ha sfidato tutto e tutti, compresi noi connazionali che non gli credevamo. Giovedì la moto era lì, con tutto il suo splendore. Una mente, due uomini, Ferrari e Bertocchi, contro i più grandi colossi mondiali, un pugno di persone che ridono e si sporcano le mani, contro le più grandi multinazionali del mondo. Nessuno ci credeva, solo loro. Alla fine hanno avuto ragione. Sarà che il mio spirito è lo stesso, ma ho avuto la fortuna di seguire in questi ultimi mesi lo sviluppo di questo progetto, e credetemi ragazzi, sembrava vivere in un'altra dimensione. Un po’ come quando Enzo Ferrari, con in mano un pugno di idee, e in tasca un pugno di polvere, creò quello che oggi è uno dei marchi più prestigiosi del mondo. Sognate ragazzi, perché oggi, la stabilità di un amore dettato dall’opportunismo, la sicurezza di un qualcosa che c’è perché c’è sempre stato, non è nulla anche confronto la sconfitta di una sfida. Sognate e rischiate, perché non tutto è possibile, non tutti i sogni si possono realizzare, ma almeno uno riuscirete a trasformarlo in realtà, e sarà la vostra impresa. Quello che avete voluto. E allora, potrete svegliarvi con il sorriso, vostro e sincero. Io ci credo, e Giovedì ho avuto la dimostrazione che i sogni possono essere realizzati. Non sono riuscito a restare indifferente allo sguardo di Ferrari quando ha tolto il telo dalla moto, e cercavo di immaginare a cosa diavolo stesse pensando in quel momento. Ma non credo che potrò mai saperlo, era lui e lui solo con la dimostrazione della sua impresa. Così come anche il mio cuore ha battuto all’impazzata, quando ho visto sulla moto, il logo dell’iniziativa stretta con Fratres, e recante il mio nome. Iniziativa nata con il mio romanzo “IO. Una lacrima di gioia”, che mi ha fatto premiare lo scorso anno e che mi ha regalato questa mia immensa gioia in questo. Un grazie a tutti, dagli amici, ai parenti, alla Fratres che continua a credere in me, e un enorme grazie ad Andrea Ferrari, amministratore della FB Corse, che mi ha dato questa meravigliosa opportunità, e mi ha dato anche modo di partecipare a questa meravigliosa impresa. Vada come vada, ragazzi, occorre essere obiettivi, è già un successo. Avere il coraggio di osare, avere le palle di prendere la via nuova, pur non sapendo dove porterà e consapevoli dei tanti rischi contro le poche certezze. Queste sono le sfide, che se si vincono sono imprese! Ma comunque sia resteranno sempre incorniciate nei nostri ricordi.

Giovanni Blandina








mercoledì 10 febbraio 2010

Reazioni: 

“UNA GOCCIA… DI GIOIA”

FB Corse

Giovanni Blandina

Fratres

Domani ore 11.45 semaforo verde.

Restate sintonizzati !

11 febbraio: giù i veli alla FB01


venerdì 5 febbraio 2010

Comunicato Stampa presentazione team FB Corse.

Reazioni: 
Ciao Amici.
Sotto potete leggere il comunicato che verrà inserito nella cartella stampa durante la presentazione del Team FB Corse che avverrà il giorno 11 di Febraio presso gli studi di radio Virgin a Milano.
A presto.
Giovanni



“UNA GOCCIA… DI GIOIA"

FB CORSE corre per la donazione del sangue

Una “Goccia di… Gioia” è un iniziativa creata nel 2009 dallo scrittore Giovanni Blandina in collaborazione con FRATRES donatori di sangue. (www.fratres.org). Lo scopo era quello di utilizzare il suo ultimo romanzo “IO. Una lacrima di gioia”, come strumenti di trasporto di un messaggio umanitario. Questo libro e questa iniziativa hanno permesso di premiare Giovanni come scrittore esordiente 2009 con il premio “Cornelia”. La letteratura al servizio del volontariato. La voglia di estendere questa campagna di sensibilizzazione, porta nel 2009, un grande risultato. Il grande Gian Carlo Minardi, viene chiamato da Giovanni e con infinito piacere accetta di unirsi alla causa, e così le vetture del “Team Minardi by Corbetta competizioni” del campionato italiano di F3 hanno fatto veicolare per tutta la stagione, il logo dell’iniziativa in mezzo a ragazzi che un giorno saranno i futuri idoli della Formula Uno. Letteratura e Automobilismo per la donazione del sangue.

La voglia di estendere questo messaggio e l’innegabile passione per le moto, portano Giovanni a contattare il team FB Corse, dove un Andrea Ferrari sensibile e disponibile accetta subito e con entusiasmo, la collaborazione e il grande impegno di portare per le piste di tutto il mondo un messaggio tanto importante. E così per la prima volta in assoluto, uno scrittore riesce ad unire letteratura, automobilismo e motociclismo per la sensibilizzazione della donazione del sangue.

Aver raggiunto un traguardo così importante, essere riusciti a entrare nel mondo del motociclismo è molto importante. La donazione del sangue è un argomento serio e spesso sottovalutato. Tutti i giorni milioni di automobilisti e motociclisti che vivono la quotidianità della strada, devono essere assolutamente coscienti della pericolosità di ogni gesto azzardato e che esula dal definirsi prudente. Il mondo delle moto, è un mondo fatto di passione, di adrenalina, di libertà e di sensazioni che non si possono raccontare, perché uniche per ciascun centauro, e per la loro unicità, quindi incomprensibili ai più. Ma spesso, si dimentica quanto la moto sia pericolosa. Ogni anno migliaia di persone cadono dalla moto sulle strade di tutti i giorni, con conseguenza talvolta sconvolgenti. Ecco perché questa iniziativa è venuta a cercare i motociclisti. Per chiedergli di essere da esempio. Per dargli la consapevolezza che si corre in pista, e in strada si porta la ragazza in gita. Per metterli di fronte al fatto che se cadono potrebbero avere bisogno di sangue. Ed è per questo che devono dimostrare di essere liberi nello spirito, e anche nell’animo. Consci dei pericoli che questa meravigliosa passione nasconde, e orgogliosi di aiutare con un gesto di dolcezza, un loro amico o uno sconosciuto, un motociclista o un automobilista. Un bambino o un anziano, un uomo o una donna.

Non nascondo la soddisfazione e la grande gioia nell’essere riuscito a raggiungere questo traguardo insieme alla FB Corse. Un team fatto di persone normali, con una voglia di realizzare un sogno incredibile e un umiltà incredibile. Andrea Ferrari si è mostrato assolutamente disponibile e felice di poter essere lui, con il suo team, il portavoce di questo messaggio, e fin dal primo momento non ha imposto nessun vincolo, e ha dato la possibilità di lavorare con grande serenità su questo progetto. Una serenità e una condivisione di idee che hanno portato lo stesso Giovanni Blandina a lavorare all’interno del Team, per curare le iniziative e le promozioni e per scrivere il primo libro della motoGp raccontato da una moto e che svelerà tutti gli aneddoti più curiosi e che dalla televisione non si possono vedere. Idee e passione che hanno spinto Giovanni e Andrea a unirsi per realizzare un progetto di portata mondiale, per salvare migliaia di vite umane. Ma questa è un’altra storia e ve la racconteremo…

Oggi vi stiamo presentando “Una Goccia… di gioia” ma speriamo che voi tutti, diate il vostro importante contributo, e ci aiuterete durante il campionato, alla diffusione di questo importante messaggio.

FB Corse vuole essere un team che fa della gioia di questa passione la benzina del suo motore, ed è questa una delle vie che ha scelto per farsi circondare dai suoi tifosi e dai motociclisti di tutto il mondo.

Grazie

Giovanni Blandina

Per tutte le informazione

www.giovanniblandina.blogspot.com

www.fratres.org

www.fbcorse.com

giovanni.blandina@tiscali.it