giovedì 29 ottobre 2009

A cena con Andea Ferrari

Reazioni: 

Ciao a tutti.

Oggi vi scrivo senza un motivo particolare, ma solo perché sono felice. Ieri sera è stato mio ospite il titolare del team di motoGp FB Corse, Andrea Ferrari. All’inizio quando lo aspettavo, non sapevo cosa sarebbe successo e quale persona avrei conosciuto, ma tutti i dubbi sono caduti dopo la prima stretta di mano. Simpatia, semplicità e cordialità, insomma un grande incontro. In un attimo ho avuto la sensazione che tutte le mie tensioni fossero state inutili. Ci sediamo in salotto, apriamo un bianco, e iniziamo a parlare. Grandioso. Saliamo in macchina e andiamo a cena, una pizza, un buon rosso e continuiamo a chiacchierare. La sera prosegue con un grande spirito positivo, e s’intervallano momenti di leggerezza con momenti di grande serietà. Neanche quando, facendoci largo tra la nebbia, riusciamo a tornare a casa, smettiamo di confrontarci. Insomma il risultato è stato che ieri sera, nel modo più semplice, (sono stato me stesso…) siamo riusciti a definire la collaborazione più importante della mia vita . Non soltanto perché ho la grandissima possibilità per farmi conoscere come scrittore, ma ho avuto la fortuna di conoscere una persona straordinaria che vive di scommesse e di sfide, proprio come me, e in una sola sera abbiamo parlato di progetti che potrebbero tenerci impegnati per dieci anni. Sono solo certo che nessuno di noi, ha mai detto “Non si può fare”. Per ora non posso dirvi null’altro, se non che sarò presente in tutti gli eventi Fb Corse per scrivere un libro speciale e diverso da tutti, raccontato dalla moto che svela tutti gli aneddoti segreti di una stagione di corse. Lei sarà la voce della verità, io sarò colui che …

Non posso poi non dirvi, che il prossimo anno lanceremo insieme la mia iniziativa “Una Goccia di Gioia” stretta con Fratres donatori di sangue. Abbiamo già un sacco di idee simpatiche…

Stay tuned

Giovanni Blandina

www.giovanniblandina.blogspot.com


MotoGP 2009: a Valencia ci sarà la FB Corse

Nessun commento: