lunedì 7 luglio 2008

"Io. Una lacrima di gioia" qualche curiosità....

Reazioni: 
Ciao.
Oggi credo sia arrivato il momento di raccontare un pò di più sul mio secondo libro.
Sicuramente molto differente dal primo, il quale iniziava lentamente e vedeva il suo ritmo crescere fino a diventare frenetico alla fine. Nel primo c'era un cuore che raccontava l'avventura di Daniel e in retrospettiva raccontava quanto può essere diversa la nostra vita se se le nostre decisioni e le nostre scelte sono prese con il cuore o con la mente.
Questo è un libro più genuino, più veloce se vogliamo. Un libro che gravita intorno ad una parola: "Emozione".
Un libro che si apre con un antefatto: due uomini, due amici, sono costretti a separarsi e con loro si dividono anche un anello e un cofanetto con la relativa chiave.
Un balzo ai giorni nostri che ci porta alla nostra bella Roma.
Lucìe una bella ragazza di Ostia, dolce e gentile, figlia di una famiglia benestante, con due occhi nocciola che celano la narratrice del libro e Mattia, ragazzo maledetto, cresciuto sulle strade di Centocelle. Freddo, inespressivo, affascinante ma ormai passivo alla vita. Non vive null'altro che la sua Ducati Monster. I due, inaspettatamente, vengono travolti da un'emozione.......
I due non sanno che due oggetti, separati per troppi anni si ritroveranno nuovamente vicini ......



Per oggi è tutto, ma non abbastanza ......
Ciao

Giovanni Blandina

Nessun commento: